Cosa succede a piangere in assenza di gravità?

Cosa succede se a piangere nello spazio? Lo spiega l’astronauta canadese Chris Hadfield, tramite comoda dimostrazione pratica a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Sostanzialmente quando ci si trova in assenza di gravità le lacrime non si separano e formano un’enorme goccia d’acqua che si ingrandisce finché non passa oltre il naso raggiungendo l’altro occhio, o evapora, o si spande sulla guancia. Insomma, si può piangere nello spazio, ma con un risultato un po’ diverso e diciamo abbastanza terrificante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *