Trilussa storia d’amore e di poesia [Film Tv Streaming]

Ha debuttato ieri sera (11 marzo 2013), alle 21.10 su Raiuno, la nuova fiction targata RAI “Trilussa – Storia d’amore e di poesia, miniserie in 2 puntate diretta da Lodovico Gasparini, con Michele Placido (Trilussa) e Monica Guerritore (Rosa). La fiction racconta la storia dell’indimenticato poeta romano Carlo Alberto Salustri, conosciuto ai più come Trilussa.
Poco sotto troverete i video delle due puntate della fiction.
Enjoy!

Prima Puntata – Trama

Roma, 1937. Carlo Alberto Salustri, in arte Trilussa, è una gloria dei romani con i suoi versi e le sue fiabe per l’infanzia in romanesco. Il poeta ha ormai sessantasei anni e si avvia verso l’ultima fase della sua vita. Una vita intensa la sua, donnaiolo incallito, sempre inseguito dai creditori. Vive in una casa-studio nel ghetto ebraico di Roma, assistito dall’inseparabile sua governante Rosa, che è a servizio da lui da oltre vent’anni. La casa in cui è in affitto Trilussa è di proprietà del conte Osvaldo Della Rocca, amico ed estimatore di Trilussa, che chiude spesso un occhio sui ritardi e gli arretrati degli affitti del poeta. Il conte Della Rocca vive in un grandioso palazzetto nobiliare dall’altra parte della stessa piazza, assieme alla sua amante Marisa Mars, divetta del cinema e del teatro, un passato da popolana che si è saputa “muovere” nelle stanze giuste. Una sera, dopo un trionfale spettacolo al Teatro Nazionale di un’opera del vate Gabriele D’Annunzio, il conte Della Rocca dà un suntuoso ricevimento nel suo palazzo a cui partecipa la nobiltà e l’alta borghesia romana. Nell’occasione Trilussa non perde l’occasione di irretire l’odiata Marisa Mars, ricordandole davanti a tutti le sue umili origini e la sua capacità di essersi fatta strada grazie agli uomini con cui è stata. Marisa fa su tutte le furie, e pretende le scuse immediate di Trilussa, sostenendo che una diva come lei non ha bisogno di un’artista vernacolare come Trilussa per diventare una diva.

Prima puntata – Video

Seconda puntata – Trama

Il nostro Trilussa ha più vite di una gatto e tiene testa a Mussolini che non riesce a “incastrarlo” per le sue simpatie anti-fasciste, Trilussa se la cava con una dedica sul libro di fiabe del figlio del Duce e un invito a non parlare più di politica in futuro. Rientrato a casa per la gioia della “sua” Rosa, Trilussa si rassegna a riprendere la sua vita normale. Giselda gli si presenta però ancora davanti, sul set di un filmaccio al quale Trilussa decide di collaborare per raccattare un po’ di soldi per tranquillizzare i creditori: questa volta Trilussa decide di mollare il film e riprendere il lavoro lasciato a metà con Giselda: la trasformerà in una vera diva. Per concludere la sua impresa però Trilussa si circonda di una serie di “amici”: la ex mannequin Odette, la ballerina etiope Nouma, il pianista cieco Marcello, il truccatore omosessuale Ivano e un gruppo di ballerine che diventerà il corpo di ballo dello spettacolo dove debutterà Giselda. Fondamentale poi per Trilussa la presenza del grande amico – di sbornie e di avventure – l’artigiano Frappiselli, vero uomo del popolo.

Seconda puntata – Video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *