Casalesi: cantanti neomelodici imposti a ristoranti e tv private

Imponevano a ristoranti, feste patronali e finanche a televisioni locali cantanti neomelodici per spettacoli canori e trattenevano gran parte dei compensi per il clan o per se stessi: con questa accusa 12 presunti camorristi, affiliati al clan dei Casalesi, sono stati arrestati dai Carabinieri all’alba nel Casterano. Fra i cantanti – secondo gli investigatori – vi era anche la compagna di uno dei boss arrestati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *