Biennale Democrazia 2011, Benigni show: Democrazia, che parola difficile

Mercoledì 13 aprile si è alzato il sipario sulla seconda edizione di Biennale Democrazia, la manifestazione culturale presieduta da Gustavo Zagrebelsky e organizzata dalla Città di Torino in programma a Torino fino al 17 Aprile. Intitolato “Tutti. Molti. Pochi.” l’appuntamento è quest’anno dedicato al rapporto fra “il potere di tutti”, proprio della società democratica, e “i poteri di pochi”, cioè la crescente influenza esercitata dalle oligarchie nella nostra vita pubblica. A dare ufficialmente il via alla rassegna è stata una Lectio Magistralis del Governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi, che è salito sul palco del Teatro Carignano insieme a Gustavo Zagrebelsky.
I riflettori di Biennale Democrazia si sono poi accesi su Roberto Benigni con “Tutto Dante – VI Canto del Purgatorio”, spettacolo a cui i torinesi hanno potuto assistere gratuitamente. Sono iniziati così cinque giorni di laboratorio pubblico volto alla partecipazione attiva dei cittadini nella discussione sui principi fondativi, le tipologie, le prospettive e le dimensioni critiche della democrazia. Cinque giorni caratterizzati da centocinquanta appuntamenti fra incontri, lezioni, dibattiti, forum, letture e spettacoli, tutti a ingresso libero, con centocinquanta protagonisti della cultura nazionale e internazionale, a cui si aggiungono altri sessanta ospiti fra moderatori e giornalisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *