Aforismi di Ennio Flaiano


Ennio Flaiano è stato un grande scrittore, sceneggiatore e giornalista italiano. Specializzato in elzeviri, fu anche umorista, critico teatrale e cinematografico. Scrisse per Oggi, Il Mondo, il Corriere della Sera e altre testate.
Leggi la storia di Ennio Flaiano su Wikipedia.

Ecco i suoi principali aforismi:

  • A vent’anni si tenta la poesia, a cinquanta si pensa che bisognava insistere.
  • Certi vizi sono più noiosi della stessa virtù. Soltanto per questo la virtù spesso trionfa.
  • Ci sono molti modi di arrivare, il migliore è di non partire.
  • Come tutte le mattine si alzò, si guardò allo specchio e si vide bruttissima: ci mise un’ora a farsi brutta.
  • Gli italiani corrono sempre in aiuto al vincitore.
  • I giorni indimenticabili della vita di un uomo sono cinque o sei in tutto. Gli altri fanno volume.
  • I giovani hanno quasi tutti il coraggio delle opinioni altrui.
  • Il cinema è l’unica forma d’arte nella quale le opere si muovono e lo spettatore rimane immobile.
  • Il peggio che può capitare a un genio è di essere compreso.
  • Il vero psicanalista delle donne è il loro parrucchiere.
  • Io non sono comunista perché non me lo posso permettere.
  • L’amore comincia quando ci accorgiamo di avere sbagliato ancora una volta.
  • L’arte è un investimento di capitali, la cultura un alibi.
  • L’uomo molto ricco deve parlare sempre di poesia o di musica ed esprimere pensieri elevati, cercando di mettere a disagio le persone che vorrebbero ammirarlo per la sua ricchezza soltanto.
  • Nelle mie storie d’amore una volta il rimorso veniva dopo, adesso mi precede.
  • Oggi il cretino è pieno di idee.
  • Sognatore è un uomo con i piedi fortemente appoggiati sulle nuvole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *