Michael Jackson non era diventato bianco grazie alla chirurgia, ma ad una malattia chiamata Vitiligine

Io ho sempre pensato che Michael Jackson sia uno dei più grandi artisti di tutti i tempi, se non il più grande di tutti, per numero di fans, di dischi venduti e di fama internazionale. Ha accompagnato l’infanzia di moltissimi ragazzi che come me hanno imparato a fare il moonwalk per sembrare belli in discoteca. Non ho mai fatto caso al colore della pelle di Michael, del suo cambiamento, e del fatto che una volta fosse nero, non mi importava… ma le malelingue, la gente che parla, che lo accusa, che lo etichetta… beh, quella non l’ho mai sopportata.

Tutti pronti a sputare sentenze: pedofilo, razzista, e chi più ne ha più ne metta. Addirittura chi dice che è diventato bianco grazie ad un’operazione chirurgica, come se fosse possibile una cosa del genere. Sulle prime non discuto, perché è la legge che ha sentenziato, sulle seconde avrei da ridire molto.

Ora vengo a conoscenza di questo video, che mi dice che Michael Jackson non si era fatto alcuna operazione, come egli stesso affermava, per sbiancarsi, bensì il colore della sua pelle era dovuto ad una malattia chiamata vitiligine, che consuma la pelle facendola diventare bianca.

Non ci credete? Guardate il video e decidete da soli. Un omaggio al Prinipe, per dargli forse un pochino di giustizia.

4 pensieri su “Michael Jackson non era diventato bianco grazie alla chirurgia, ma ad una malattia chiamata Vitiligine

  1. Come Musicista non professionista mi preme dire la mia su quello che è stato Michael Jackson e su quello che sarà considerando solo il lato artistico e tralasciando giudizi sopra i suoi spiacevoli accadimenti personali dubbi e non.Non conosco la sua vita privata ne il perchè delle sue scelte di vita e non mi interessa sapere altro, ma il mondo della MUSICA piange oggi un talento musicale di immane grandezza da sempre accompagnato da un’aurea di particolare bellezza ed eleganza.Una stella che ha illuminato da anni la strada a molti musicisti che invano hanno cercato di imitare l’inimitabile copiando sia gesti che note.La sua particolarità, quella di dare emozioni sia con la voce che con il suo ballo.Con movimenti aggraziati quasi innaturali giocava tra piroette e passi facendo sussultare ogni volta chi lo stava a guardare come se ad avvolgerlo una strana magia lo circondasse e lo rendesse unico e speciale in quel momento.Michael muore come persona ma lascia un patrimonio artistico di tale bellezza che lo renderanno sempre punto di riferimento presente nel panorama musicale futuro, “eeh come ballava e cantava michael” risuonerà sempre nei cuori di chi lo ha seguito fino alla fine e di chi imparerà a conoscerlo negli anni avvenire.Credo che ogni persona sia inimitabile e diversa da ogni altro essere vivente e chi possiede capacità artistiche particolari non fa altro che accentuare questa diversità assoluta che ci circonda.Cosi come Johann Sebastian Bach,Freddie Mercury,Ludwig van Beethoven,Elvis Aaron Presley,Niccolò Paganini e tanti tanti molti altri ancora mai ripetuti nella storia cosi lo stesso destino accompagnerà sempre il nome di Michael Jackson.

  2. parlate con gente che ha davvero questa malattia, ma chi pensa di prendere in giro Michael Jackson? Solo gente che di questo problema non sa niente, si sviluppa progessivamente mentre lui dall’oggi al domani è diventato bianco, guarda caso si è rifatto pure il naso per sempre “occidentale”, ma per favore.. oltrettutto l’operazione per diventare bianco gli ha causato innumerevoli problemi e infatti si imbottiva di medicine, altrimenti non si spiega perchè sia diventato una larva umana alla fine..

  3. mi dispiace che sei morto perchè mi piacevi molto ho alcuni tuoi video e tutte le tue canzoni. I love yuo michael

  4. michael non so cosa pensare. non mi importa degli errori che hai fatto, solo mi fa incazzare il fatto che tu sia morto. secondo me tu eri una persona buona, dolce e sensibile, avevi solo bisogno di qualcuno che ti capisse e ti sostenesse. Io non so se hai fatto unóperazione per diventare bianco, non so se era una malattia, so solo che tu eri (e per sempre sarai)un mito, un genio del pop. Vorrei solo una cosa: se qualcuno che ha dei pregiudizi su michael e ha visitato questo sito, si faccia un esame di coscienza, non per forza deve cambiare la sua opinione su micae;, ma almeno pensi che non per forza e’stata tutta colpa di michael!
    I love you micheal, for ever!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *