L’intervento della Guzzanti alla giornata NoCav


Ecco l’intervento integrale di Sabina Guzzanti al NoCav dell’otto luglio.
Fra cui spicca la seguente frase:

“ A me non me ne frega niente della vita sessuale di Berlusconi ma tu non puoi mettere alle Pari opportunità una che sta lì perché t’ha succhiato l’uccello, non la puoi mettere da nessuna parte ma in particolare non la puoi mettere alle Pari opportunità perché è uno sfregio”. „

Parte 1:

Parte 2:


5 pensieri su “L’intervento della Guzzanti alla giornata NoCav

  1. Guzzanti & C°
    Una zoccoletta da avanspettacolo senza arte né parte..non fa ridere nessuno, anzi fa piangere.
    E’ figlia di papà..famiglia di artisti, gente che non ha mai fatto un cazzo; difende chi?..gli operai, i poveri, i rom, gli extracomunitari?
    Cosa vogliono questa massa di idioti con la puzza sotto il naso?…quale Governo propongono, ce lo dicano loro così vediamo se è tutto così facile.
    Grillo: un fallito in tutte le carriere…leggere sua storia
    Travaglio: aiutato dall’amichetto un po’ mafioso..carriera costruita a sparlare e a raccontare balle
    Di Pietro: l’uomo dei 100 miolioni, della Mercedes, della Assicurazione MAA, di Gorrini, di D’Adamo..dal quale ha ricevuto soldi e favori..tutto chiaro?..e l’rganizzazione della attuale ID.V.?…e tutti che scappano dopo averlo conosciuto?
    e il tradimento verso il PDS (allora si chiamva così) dopo essere stato eletto in Mugello?…
    Flores D’Arcais…parole in libertà, leggero, senza responsabilità, grande odiatore del nemico.
    -Pancho Pardi..chi era costui..un professorucolo da quattro soldi..attivista politico fino dagli anni d’antan..mai fatto un cazzo..parlato sempre troppo, mai lavorato, mai conosciuto un problema vero
    E il finocchio raffinato Colombo? carriera americana come manager Fiat, soldi, business…difensore dei poveri?..difensore di chi?…ma per piacere!!!
    Aggiungiamoci un po’ di intellettuali..quello che vorrebbero andarsene dall’italia e non lo fanno mai…noi saremmo davvero contenti se si levassero una volta per sempre dalle palle; ecco una breve lista:
    – Claudio Magris
    – Umberto Eco
    – Dario Fo e consorte
    – Veronesi scrittore..anche il fratello, visto che ci siamo
    – Virzi…coglione nato in una città di operai e che di operai non ha capito un cazzo..e che fa i soldi su questo tema prendendo in giro la gente che lavora davvero
    ..etc..etc..decine di nomi
    Fuori dai coglioni..andatevene davvero; non servite a questo Paese..siete feccia, vuoti a perdere, gente falsa, boriosa, supponente…via per sempre!!!!

  2. Facendo così, come fanno i comici e tutti quelli di sinistra, facciamo il gioco dell’altra parte, anzi li avvantaggiamo .
    La gente ha bisogna di qualcosa di nuovo, e questo nuovo inizia con lo sforzo che dobbiamo fare nel trovare il modo semplice e dire umile di dare un giudizio. Parlando soltanto con la rabbia in petto, si rischia, oltre che dire sciocchezze, anche di non dire nulla. E la gente, cioè la nostra gente, rimane lì dove era, imberbe e confusa. Dobbiamo costruire un giudizio nuovo, fondato sulla verità, sul non offendere nessuno, sul cercare di capire prima di “condannare”.
    Questo è molto più difficile di una manifestazione che, se non è pensata per “spezzare il pane” al popolo, non serve a nulla.

    cl-ib.blgospot.com

  3. Desolante vedere il livello degli interventi (parliamone….!!!!)
    Sabina è una delle poche che dice le cose come sono, i suoi non sono insulti è solo satira, e lo si capisce dal fatto che le cose che dice sono pesanti ma vere, a differenza degli sproloqui di “parliamone” che sono solo beceri insulti.
    Il fatto è che la destra non può capire la satira, per loro esiste solo la presa per il culo ( lo sfottò di fascista memoria). Per fare e capire la satira ci vuole intelligenza e la destra ne difetta o la usa con parsimonia.
    Saluti
    Giorgio

  4. Sarà pure figlia di papà ma è una figlia di papà molto intelligente. Le esprimo la mia piena solidarietà di insegnante precaria che guadagna poco e ormai non crede più al senso di parole come Destra o Sinistra perché ciò che regola il mondo (economico, sociale, culturale) è la bieca logica del profitto, della droga, del sesso facile, dei non-valori. Sono credente, ma se dico cattolica mi si potrebbe definire bigotta e benpensante e invece no, per questo sono d’accordo con tutto quello che ha detto la Guzzanti. Rispetto per gli omosessuali, meritocrazia, tolleranza, generosità non fanno parte di questo Paese. All’Università di Napoli Federico II vanno avanti, ad esempio, solo ragazze facili che non sanno scrivere, ignoranti e amanti di qualcuno. Sui giornali scrivono raccomandati, nelle amministrazioni pubbliche lavorano raccomandati, la vita diventa difficile perché amministrata da persone stupide, intanto i prezzi salgono e i commercianti imbrogliano sul resto, le assicurazioni auto costano una cifra ma se prendi un autobus ti ritrovi con una mano in culo e senza portafogli. La misura di un Paese si vede dal rispetto che ha per donne e bambini; insegnanti d’asilo pedofili, preti froci, cattolici che come me non vedono onestà ma solo repressione, malinformazione su tutto, anticoncezionali poco pubblicizzati, tendenza a non autonomizzare i figli per tenerli a casa fino ai 40 anni perché magari contribuiscono a pagare la bolletta di Sky. Vorrei solo dire a tutti: riflettete sui vostri consumi, valutate se siano davvero necessari, pensate a vivere nel modo più naturale possibile, amate il vostro prossimo ma ribellatevi alle puttane che fanno carriera, ai drogati che sfoggiano ministeri, agli yacht che distruggono la fauna marina. Parlate e scrivete la vostra opinione, il dibattito non è mai negativo. Forza e coraggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *